Logo Halal Italia

Un team multiculturale

Il cuore dell’ente di certificazione Halal Italia
è formato da 28 persone di origini diverse:

Italia, Afghanistan, Brasile, Costa d’Avorio, Ghana, Iran, Marocco, Togo, Tunisia, Turchia.

Formazione qualità Halal Italia

Personale, auditor ed esperti tecnici sono laureati nelle università italiane.

La formazione continua e l’aggiornamento del Sistema di Gestione Qualità dell’ente sono una ulteriore garanzia di professionalità.

Ente italiano di certificazione volontaria di qualità - di filiera e di prodotto - di parte terza

Emissione dei certificati secondo standard islamici halal nazionali e internazionali

Rispetto delle normative in materia di igiene, sicurezza alimentare e benessere animale vigenti nell’Unione Europea

Procedure e linguaggio di certificazione secondo gli standard ISO

Autorità religiosa indipendente della Comunità Religiosa Islamica Italiana (COREIS) che si esprime attraverso il Comitato Etico di Certificazione halal

Soci fondatori

Hamid
Distefano

Amministratore
Delegato

Halima
Rubbo

Responsabile
Qualità

Mansur
Baudo

Responsabile
Ispettori

IlhamAllah
Ferrero

Responsabile
Progetti

Zaynab
Ferrero

Responsabile
Amministrazione

Le molteplici competenze dei cinque soci hanno contribuito nel tempo ad aggiornare e semplificare la gestione del flusso di lavoro.

L’esperienza maturata insieme garantisce una continuità e una solidità aziendale uniche, riconosciute a livello internazionale.

Hamid Roberto Distefano

Comitato di salvaguardia dell’imparzialità

Si riunisce periodicamente per verificare le procedure, garantire la trasparenza dell’ente e condurre un riesame delle pratiche di certificazione. Ne fanno parte:

Rappresentante AICE Associazione Italiana Commercio Estero

Rappresentante Assocarni Ass. Naz. Industria e Commercio Carni e Bestiame

Rappresentante dei consumatori

Esperto di sistemi di gestione e di risk assessment

Un imam del Comitato Etico di Certificazione halal della Comunità Religiosa Islamica Italiana (COREIS)

Responsabile Qualità Halal Italia

Amministratore Delegato Halal Italia

La convenzione interministeriale
per Halal Italia

Iniziativa Halal Italia

CONVENZIONE
INTERMINISTERIALE

Roma, 30 giugno 2010

Logo Repubblica Italiana

Ministero degli Affari Esteri

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero della Salute

Ministero delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali

Icona convenzione

Documento ufficiale

Foto Gallery della Convenzione

Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Gallery convenzione inter-ministeriale Halal Italia
Icona audio evento

Ascolta l’audio dell’evento del 30.06.2010

Icona comunicati

Comunicati Ministero Affari Esteri

Icona rassegna stampa

Rassegna stampa dell’evento

Rassegna Stampa e Web della Convenzione

La certificazione halal in Italia esiste dagli anni ’80; nasce come attività locale, legata a singoli centri islamici o imam che rilasciavano una dichiarazione di conformità in base a ciò che avevano imparato nei propri Paesi d’origine.

Halal Italia nasce nel 2009 per dare alle aziende italiane la serietà di una certificazione religiosa riconosciuta a livello internazionale.

L’agenzia speciale della Camera di Commercio di Milano per le Attività Internazionali – PROMOS - ha avviato un primo progetto, rilanciato nel 2010 da quattro Ministeri italiani (Affari Esteri, Sviluppo Economico, Salute, Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) alla presenza degli ambasciatori dei Paesi OCI.

Una buona pratica a beneficio di tutta la comunità islamica e di tutti i consumatori, in un’ottica di dialogo e cooperazione con altre organizzazioni che lavorano seriamente in Italia e all’estero.

Nel mondo islamico il lavoro e il commercio costituiscono da sempre un veicolo di conoscenza e scambi tra popoli con diverse culture e religioni.

La certificazione halal è uno strumento per avvicinare mondi e creare interconnessioni tra persone, società e sistemi economici alla luce di una globalizzazione veramente inclusiva delle differenze.

donna che nutre un bambino