Logo Halal Italia
Pattern marchio Halal Italia

Accreditamenti e riconoscimenti

I certificati Halal Italia vengono accettati dalle dogane mondiali.

Le principali organizzazioni islamiche internazionali di accreditamento e di controllo hanno iscritto Halal Italia tra gli enti riconosciuti e ne verificano la conformità ai rispettivi standard di certificazione tramite i propri ispettori.

Come funzionano i mercati halal

I 54 Paesi a maggioranza islamica privilegiano certificati halal riconosciuti dai principali organismi di accreditamento internazionali.

Mentre le restrizioni doganali di alcuni Paesi non permettono l’ingresso delle merci se non sono accompagnate da un certificato halal valido.

icona materie prime

Certificato lotto di produzione / macellazione

icona prodotto

Certificato
prodotto

icona certificato export

Certificato
export

Certificati halal a garanzia della tracciabilità della spedizione, dell’intera filiera e dei lotti di produzione halal.

Halal Italia emette il certificato export conformemente alle procedure di diversi Paesi e alle richieste degli importatori, per le aziende che hanno già ottenuto il certificato di prodotto.

Vista dallo spazio di Italia, Europa, nord Africa e Medio Oriente

Mercato globale

Costituiscono ottimi mercati anche i Paesi non islamici, in cui vivono stabilmente minoranze significative di musulmani.

I prodotti certificati da Halal Italia, oltre che nel mondo islamico, vengono distribuiti in tutto il continente europeo, nel Nord America e in Asia fino al Giappone.

Risvolti economici

Secondo Salaam Gateway nel suo State of the Global Islamic Economy Report il valore del mercato halal, solo per il comparto alimentare, si aggira sui

1.100

MILIARDI DI EURO
ANNUI

Per l’Italia le stime parlano di un export del halal food intorno a

1

MILIARDO DI EURO ANNUO

Anche il mercato italiano interno ha una sua importanza: il giro d’affari è di

7

MILIARDI DI EURO ANNUI
con grandi potenzialità di crescita da sviluppare attraverso una maggior sinergia tra i vari stakeholders.

The global islamic economy preview

MERCATO HALAL MONDIALE *

The global islamic economy preview

EXPORT HALAL MONDIALE *

* State of the Global Islamic Economy Report / Salaam Gateway

Consigli per
l'export

Individuare il mercato adatto al prodotto da esportare e al target della clientela

Scegliere l’ente di certificazione accreditato presso il mercato che si intende approcciare

Verificare l’efficacia del distributore

Adattare il packaging dei prodotti e l’advertising alla cultura e al linguaggio del Paese in cui si esporta

Scegliere la certificazione halal come strategia per l’internazionalizzazione.

È un’opportunità rivolta a tutte le aziende indipendentemente dal fatturato, numero di dipendenti e stabilimenti di produzione.

Moschea

DOLCERIA ALBA

Case study

200

Dipendenti

9

Linee produttive

30

Tonnellate di prodotti al giorno

160

PRODOTTI IN COMMERCIO

26

MILLIONI DI EURO ALL'ANNO DI GIRO D'AFFARI

60

PRODOTTI CERTIFICATI HALAL

60%

DEL FATTURATO PROVIENE DALL’EXPORT

Icona stretta di mano

Halal Italia sensibilizza le aziende, a loro tutela, riguardo ad alcune norme del codice etico degli enti di certificazione halal:

Evitare la concorrenza tra enti di certificazione di uno stesso Paese, anche in fase di accreditamento presso organismi di controllo internazionali

Rispettare la territorialità degli enti di certificazione di altri Paesi

Evitare il conflitto di interessi per iniziative commerciali e consulenze

Nuovi consumatori al supermercato

Nuovi consumatori in Italia e in Europa

Halal Italia si impegna per la tutela dei consumatori in merito alla qualità finale di prodotti rivolti anche a chi non è musulmano. La proprietà halal è sinonimo di integrità religiosa del prodotto che si realizza attraverso un concorso etico tra aziende, ente di certificazione e mercato.

I consumatori possono verificare i certificati Halal Italia esposti negli esercizi commerciali, effettuare segnalazioni sui prodotti certificati e chiedere chiarimenti tramite l’apposito modulo.